Antonio Salieri

Antonio Salieri (Legnago 18/08/1750 Vienna 27/05/1825) Musicista, compositore, didatta. Studiò violino con il fratello Francesco e clavicembalo e organo con Simoni organista del paese.
A 15 anni, sotto la protezione della famiglia Mocenigo, si recò a Venezia: studiò canto col Pacini e composizione con Pescetti.
Qui conobbe L. Gassmann, maestro della cappella imperiale, il quale lo condusse a Vienna e lo seguì come un figlio dandogli anche un’ottima istruzione musicale e letteraria.
Successe a Gassmann nel 1774 come compositore di corte e direttore d’orchestra del teatro imperiale.

Tra i numerosi viaggi ricordiamo la sua presenza a Milano dove partecipò all’inaugurazione del Teatro Alla Scala (1778) con l’opera Europa Riconosciuta. La collaborazione con il musicista Gluck lo portò a comporre quel grande capolavoro “Les Danaides” (1784).

Nel 1788 successe a Bonno come maestro della cappella di corte. Fu presidente della Tonkunstler Societat (società delle vedove e orfani dei musicisti, fondata da Gassmann nel 1771), fin al 1818.
Nel 1801 fu a Trieste per l’inaugurazione del Teatro dell’Opera. Membro di prestigiose società tedesche e francesi (fu anche Cavaliere della Legione d’Onore Francese), fu decorato con la medaglia d’oro al valore civile in occasione del 50° anniversario della sua permanenza a Vienna.
All’attività di compositore affiancò quella assai nota di didatta: tra i numerosi allievi ricordiamo L.V. Beethoven, F.
Morì a Vienna nel 1825.Liszt, J.N.Hummel, F. Schubert e molti altri.
Fu tra i fondatori del conservatorio di Vienna (1817).
(Dipinto presente nella sede della Corale Foto a sinistra)